Il quadrante

Breitling - Il quadrante

Ricerca estetica, raffinatezza dei giochi d’incavo e di rilievo, finiture accurate... I quadranti dei cronografi e degli orologi Breitling esigono la padronanza di metodi di fabbricazione estremamente avanzati, che sposano le conoscenze ereditate dalla tradizione con le tecnologie più moderne. Ogni particolare è studiato in modo da consentire con un solo colpo d’occhio una lettura ottimale delle informazioni, come se si trattasse di un cruscotto.


Breitling - Il quadrante

I quadranti sono ritagliati da una lastra d’ottone, nella quale si praticano vari fori e finestrelle. Poi vengono levigati e «colorati» mediante un trattamento di laccatura o di galvanoplastica (principio dell’elettrolisi) in bagni successivi percorsi da una corrente elettrica.


Breitling - Il quadrante

Per il quadrante del Navitimer, Breitling impiega un raffinato metodo detto «par épargne» che, applicato su fondo d’argento puro o d’oro, assicura alle indicazioni uno splendore e una leggibilità ineguagliabili. I contatori sono incavati e «azzurrati» (decorati con linee spiraliformi) e poi colorati. Le marchiature sono stampate mediante teste di silicone spalmate d’inchiostro e attraverso vari passaggi nel forno. Il simbolo Breitling è stampato su un nastro d’oro 18 carati con la precisione di 1/100 di mm, poi sabbiato, ritagliato e levigato per ottenere sapienti contrasti. La posa e la ribaditura a mano del simbolo Breitling e degli indici applicati esigono una grandissima abilità. Le operazioni si concludono con la posa del materiale luminescente, che si effettua con uno stilo a ugello collegato a un tubo a pressione. La fabbricazione del quadrante Navitimer esige ben 23 diverse operazioni.