Dal 1884

La storia di Breitling

La storia di Breitling
La storia di Breitling

Léon Breitling fu un abile orologiaio che realizzava segnatempo e strumenti di misurazione intelligenti nel suo laboratorio di Saint-Imier. In poco tempo, le caratteristiche innovative che sviluppò per i suoi orologi da taschino conferirono all’azienda di Léon una reputazione straordinaria.

Léon Breitling concentrò la sua attenzione sui cronografi

Léon Breitling concentrò la sua attenzione sui cronografi, che all'epoca erano sempre più richiesti per applicazioni industriali, militari e scientifiche, oltre che per le società sportive. Nel 1889 Léon Breitling ottenne un brevetto per un modello semplificato, che si distingueva dai prodotti della concorrenza grazie al design elegante, al processo di produzione semplice e alla facile manutenzione.

Mostra di più
Léon Breitling concentrò la sua attenzione sui cronografi

Gaston Breitling mostra quello che sa fare

Léon Breitling passò a miglior vita nel 1914 e suo figlio Gaston rilevò l'azienda di famiglia. Aveva ereditato da suo padre lo spirito pionieristico, il tocco innovativo e un'insaziabile passione per i cronografi, cosa che dimostrò nel 1915 con il lancio di uno dei primi cronografi da polso al mondo con un pulsante del cronografo separato sopra la corona dell'orologio.

Mostra di più
Gaston Breitling mostra quello che sa fare

Verso il futuro con Willy Breitling

Gaston Breitling morì inaspettatamente nel luglio del 1927. Suo figlio Willy, che all'epoca aveva solo 14 anni, non era ancora abbastanza grande per poter calzare le scarpe piuttosto imponenti del padre, di conseguenza per i cinque anni successivi l'azienda venne gestita da un team esterno.

Mostra di più
Verso il futuro con Willy Breitling

Gli anni ʽ50 e ʽ60: le innovazioni continuano

Il 1952 segnò il debutto di un prototipo di orologio senza precedenti che è rimasto un'icona fino ad oggi: il Breitling Navitimer. Il suo nome racchiude le parole navigation e timer. Equipaggiato con il regolo calcolatore specifico per il volo introdotto con il Chronomat, non sorprende che da allora innumerevoli piloti, compagnie aeree e costruttori di aerei abbiano scelto questo orologio.

Mostra di più
Gli anni ʽ50 e ʽ60: le innovazioni continuano

La fine di un’era

Nonostante le turbolenze della fine degli anni ʽ70, Willy Breitling rimase un grand seigneur della vecchia scuola. Era alle prese con problemi di salute, e i suoi figli, Gregory e Alain, erano ancora giovani e – come molti altri – incerti sul futuro del settore. Il navigato imprenditore decise che era tempo di tirarsi indietro. Nell’aprile del 1979, poco prima della sua morte, vendette i rimanenti beni insieme ai marchi familiari e ai ben noti modelli di orologi, tra cui il suo amato Navitimer, all’imprenditore visionario Ernest Schneider, che, opportunamente, era anche un orologiaio e un pilota, e la cui famiglia sarebbe rimasta a salvaguardia dell’eredità Breitling fino al 2017.

Mostra di più
La fine di un’era

Breitling sotto nuova proprietà

Dopo la registrazione della Breitling Montres SA il 30 novembre 1982, la sede dell'azienda fu trasferita a Grenchen. Sotto la nuova proprietà, Breitling ha celebrato il suo 100o anniversario nel 1984 con un Chronomat completamente ridisegnato, caratterizzato dai suoi cavalieri sulla lunetta e dal suo calibro a cronografo automatico. Il design era basato su un orologio che il marchio aveva sviluppato l'anno precedente per la famosa squadriglia aerea italiana delle Frecce Tricolori. Nel 1985 fu introdotta l'Aerospace multifunzione. Questo innovativo orologio al quarzo con cassa in titanio aveva un doppio display, analogico e digitale, e il quadrante presentava due schermi a cristalli liquidi (LCD).

Mostra di più
Breitling sotto nuova proprietà

Breitling si prepara a volare verso il futuro

Nel maggio 2017, Breitling è entrata a far parte di CVC Capital Partners e, nel luglio dello stesso anno, Georges Kern ha assunto il ruolo di CEO. Georges Kern, che ha già conseguito una brillante carriera nel settore dell’orologeria, desidera ardentemente portare avanti con il suo team una ricca tradizione le cui radici risalgono al 1884 in un piccolo laboratorio a Saint-Imier.

Mostra di più
Breitling si prepara a volare verso il futuro