Léon Breitling concentrò la sua attenzione sui cronografi

Léon Breitling concentrò la sua attenzione sui cronografi

Léon Breitling concentrò la sua attenzione sui cronografi, che all'epoca erano sempre più richiesti per applicazioni industriali, militari e scientifiche, oltre che per le società sportive. Nel 1889 Léon Breitling ottenne un brevetto per un modello semplificato, che si distingueva dai prodotti della concorrenza grazie al design elegante, al processo di produzione semplice e alla facile manutenzione.

I premi si susseguirono, consolidando la reputazione dell'azienda e giustificandone il trasferimento in un nuovo stabilimento a La Chaux-de-Fonds nel 1892. La L. Breitling, Montbrillant Watch Manufacturing poté disporre presto di 60 dipendenti impegnati a realizzare orologi precisi e innovativi.

Léon Breitling focused on chronographs

Nel 1893 l'azienda brevettò un movimento dotato di un'incredibile riserva di carica di otto giorni. Nel 1896 Breitling raggiunse un importante traguardo: un cronografo preciso a due quinti di secondo. Un modello dotato di pulsografo, con una scala logaritmica in grado di misurare la frequenza cardiaca dei pazienti e, di conseguenza, molto apprezzato dai medici. Nel giro di un decennio, l'azienda aveva venduto oltre 100'000 cronografi e cronometri.

Nel 1905, mentre le automobili emergevano come mezzo di trasporto prediletto, Léon Breitling brevettò un semplice timer/tachimetro in grado di misurare qualsiasi velocità tra i 15 e i 150 km/h. Il timer Vitesse permise ai conducenti di calcolare le loro velocità, ma consentì anche alla polizia di fare lo stesso; presto infatti furono emesse le prime multe per eccesso di velocità in Svizzera.