La fine di un’era

La fine di un’era

Nonostante le turbolenze della fine degli anni ʽ70, Willy Breitling rimase un grand seigneur della vecchia scuola. Era alle prese con problemi di salute, e i suoi figli, Gregory e Alain, erano ancora giovani e – come molti altri – incerti sul futuro del settore. Il navigato imprenditore decise che era tempo di tirarsi indietro. Nell’aprile del 1979, poco prima della sua morte, vendette i rimanenti beni insieme ai marchi familiari e ai ben noti modelli di orologi, tra cui il suo amato Navitimer, all’imprenditore visionario Ernest Schneider, che, opportunamente, era anche un orologiaio e un pilota, e la cui famiglia sarebbe rimasta a salvaguardia dell’eredità Breitling fino al 2017.